Pumptrack mobile

Mettere a disposizione di giovani e meno giovani un nuovo impianto sportivo all'aria aperta e ampliare l'offerta per il tempo libero a Brissago. 

E' l'obiettivo dei promotori della nuova "pump track" mobile che è stata posata sul campo sportivo, a due passi dal Centro scolastico.

La paternità dell'iniziativa è di un gruppo di papà del paese i quali, dopo aver consultato la società Bikesolutions, hanno sottoposto la loro idea al capo dicastero Fabrizio Conti Rossini che ha apprezzato il progetto e lo ha sottoposto al Municipio.

L'idea dell'installazione ha ottenuto un immediato consenso e l'Esecutivo ha stanziato un contributo comunale di 31mila franchi. Altri aiuti finanziari ai promotori arriveranno dal fondo Swisslos e Sport-Toto, per un importo complessivo pari al 50% dei costi.

La struttura modulare che farà la goia dei rider, come detto, è stata installata nell'area dell'impianto sportivo, una zona di svago lontana dal traffico e dal centro abitato, così da evitare che il rumore disturbi il vicinato.

Il tracciato, con i suoi dossi, le sue compressioni e le sue paraboliche, sarà di libero accesso.
Chiunque, in sella alla propria mountain-bike, al proprio monopattino o al proprio skateboard, potrà mettere alla prova le sue capacità. Le piste di pump track stanno conoscendo una notevole diffusione anche in Ticino, dove negli ultimi anni ne sono sorte diverse.