Oratorio di San Macario (Piodina)

Il nucleo è organizzato attorno alla Piazzetta / Sagrato dell'oratorio di San Macario con croce in granito donata nel 1831 dalla società (degli emigranti) di Piodina. Si accede a questo suggestivo "poggiolo" attraverso una stradina fiancheggiata da alti edifici sorti a gradoni sul ripidissimo terreno. Da notare le case "degli Angeli" (1709 e 1728) e Borrani, oggi Ponti (XVIII secolo), significativi esempi di architettura settecentesca collinare. Nell'oratorio di San Macario (doc. XVI secolo-1603), con ricordi berettiani nella struttura, si possono ammirare la bella ancona lignea intagliata (proveniente da Madonna di Ponte) con la tela di s.Macario del pittore Antonio Pancaldi di Ascona, offerto nel Settecento dalla "Compagnia di Livorno".